Riflettere e agire contro la violenza sulle donne

25 novembre Giornata internazionale contro la violenza sulle donne: 131 le donne in provincia di Siena prese in carico dal Codice Rosa

Valdichiana — Il 25 novembre si celebra la giornata internazionale contro la violenza sulle donne, istituita nel 1999 dall’Assemblea generale delle Nazioni unite per invitare governi, organizzazioni internazionali e Ong a contrastare, anche con la sensibilizzazione dell’opinione pubblica, questa autentica piaga sociale e sanitaria, che non conosce confini di età, nazionalità, religione, livello sociale.

La Asl Sud Est, dal 2009 ha istituito il “Codice rosa”, un modello di accoglienza delle vittime di violenza da un’intuizione della dott.ssa Vittoria Doretti e della Procura della Repubblica in collaborazione con i Centri antiviolenza. Nel 2016, nella nostra provincia, sono stati seguiti i casi di 131 donne di cui 3 per stalking e 128 per maltrattamenti. Dieci sono stati i minori presi in carico, di questi 9 per maltrattamenti e uno per violenza. Nel 2014 il rilevamento fu di 88 donne e nel 2015 di 92.

“Il Codice rosa — spiega Vittoria Doretti, attualmente responsabile per la rete regionale del Codice Rosa oltre che per la Asl Sud Est — è un percorso riservato alle vittime di violenza che si rivolgono ai pronto soccorso degli ospedali o delle Aziende ospedaliere che hanno aderito al progetto. Il personale socio-sanitario lavora in rete con Enti e Istituzioni, nonché in sinergia con i Centri antiviolenza, che rappresentano un punto di riferimento fondamentale sul territorio per il sostegno alle vittime.”

Anche la Polizia di Stato, nella giornata contro la violenza, scende in campo con “questo NON è AMORE” il “Progetto Camper”, che vede impegnati periodicamente i poliziotti, specialisti del settore, in tutte le città d’Italia, con postazioni mobili o gazebo nelle Piazze o in altri luoghi facilmente accessibili alle donne.

Dalle 9.30 alle 12.00, di sabato 25 novembre, il camper sarà in piazza Dante a Chiusi per un’iniziativa utile ad affermare una nuova cultura di genere e ad aiutare le donne a vincere la paura, rompendo l’isolamento e la vergogna, superando stereotipi e pregiudizi. Il Progetto Camper continuerà anche in futuro, il suo operato, con cadenza mensile, luoghi e calendari che di volta in volta verranno resi noti.

Infine il Centro Pari Opportunità, servizio associato dell’Unione dei Comuni della Valdichiana senese, nella giornata contro la violenza sulle donne, ha in programma un ricco calendario eventi in cui verranno abbinati spettacoli a spunti di riflessione.

Sabato 25 novembre alle 16.00, nella Sala polivalente ex-Macelli a Montepulciano, incontro sul tema della violenza di genere promosso dallo SPI — CGIL e dall’AUSER cui seguirà lo spettacolo “Finchè non capita a te”, proposto dal Collettivo Piranha. Alle 21.00, nel Piccolo Teatro degli Orti, andrà invece in scena “AB-Normal”, stand-up serio-comedy contro il femminicidio a cura dell’Associazione Culturale ArtedaParte. L’ingresso è gratuito ma occorre prenotare al cell 388 8666077, mail artedaparte@hotmail.it

Il dibattito del pomeriggio agli ex-Macelli sarà innescato dagli interventi di Anna Maria Bisconti, Coordinatrice provinciale donne SPI-CGIL, di Giuliana Calzini, Coordinatrice AUSER comunale di Montepulciano e di Lorenza Duchini, consigliere comunale con delega alle Pari opportunità. Seguirà la rappresentazione del Collettivo Piranha: un mix di parole, musiche, letture e video che già in precedenti occasioni ha dimostrato di produrre un grande impatto sul pubblico, anche emotivo.

A conclusione dell’iniziativa interverrà una rappresentante del Centro antiviolenza “Amica Donna” che proprio in questi giorni, in seguito alla crescita delle richieste di aiuto, ha dovuto decidere di rafforzare la propria equipe, annunciando l’avvio di un primo Corso di formazione per operatrici volontarie.