Top 11 del 2022

Mauro Giusti
Verbo Rock
Published in
2 min readDec 15, 2022

--

A fine anno, sotto l’albero, si tirano le somme della musica che ci ha accompagnato per 12 mesi. Questa volta, il sacco natalizio e’ pieno di gran dischi: ecco alcuni di quelli che ci hanno portato piu’ gioia.

Visto che siamo in anno di mondiali, facciamo una top 11 — All’ 11-mo posto aggiungo le migliori scoperte di quest’anno, quattro fuoriclasse recenti che sono entrati nella mia playlist nel 2022.

1. Preoccupations — Arrangements

I Canadesi, ex Woman, maturati ed in forma perfetta — disco dell’anno.

2. High Vis — Blending

Da Londra, ecco a voi i nuovi Clash. Spaccano tutto.

3. Fontaines D.C. — Skinty Fia

Da Dublino, gli eredi degli U2, con un album di transizione, ma sempre di grande qualita’.

4. Wet Leg — Wet Leg

Divertimento rock fatto ragazza. E basta. Ascoltare, cantare: senza pensare.

5. Kurt Vile — (watch my moves)

Kurt, il vile, non si smentisce mai — ma come fa a creare canzoni cosi’ belle come Mount Airy Hill?

6. Destroyer — LABYRINTHITIS

Se tutto l’album mantenesse la tensione di “It’s in your heart now”, sarebbe del canadese Destroyer il disco dell’anno.

7. Chat Pile — God’s Country

Da Oklahoma City — viscosi come la melassa, pesanti come un martello, impegnati socialmente con questa “Why”.

8. Ovlov — Buds

Semplicemente Indie rock di qualita’ per gli Ovlov da Newton, Connecticut.

9. Gilla Band — Most Normal

La Girl Band rinominata ci racconta come hanno speso tutti i loro soldi in vestiti di merda… Sonico e trasversale.

10. Interpol — The Other Side of Make-Believe

Ormai non ti aspetti piu’ molto dagli Interpol, ed invece loro ti fanno un disco di alta qualita’, basta non essere snob.

Le Scoperte dell’anno:

Nel 2022 ho scoperto queste band con dischi molto recenti, che mi erano sfuggite: forse colpa del COVID?

Deeper — Auto-Pain

Boys don’t cry? Tenete questi Deeper da Chicago in gran considerazione, non sentivo tanta energia Post Punk dai primi album dei Cure.

bdrmm — Bedroom

Shoegaze alla riscossa — l’Inghilterra sta vivendo una rinascita rock notevole — i bdrmm sono tra i portavoce.

The Murder Capital — When I have fears

Dicevamo dei nuovi U2 ? Sentirete molto parlare dei Murder Capital nel prossimo futuro, anche loro da Dublino con rabbia.

Ringo Deathstarr — Ringo Deathstarr

Shoe-gazing anche nel titolo di questa canzone per la band di Austin, Texas che si sta guadagnando un posto al sole dopo anni di gavetta.

Godetevi gli ascolti.

Disco dell’anno: Preoccupations — Arrangements

--

--