Come costruirsi il proprio robot funzionante stampato in 3D

Un nuovo software, “Interactive Robogami”, sviluppato dai ricercatori del MIT, permetterà di progettare le funzionalità dei robot anche ai non addetti ai lavori, democratizzando il settore dell’ingegneria robotica.

Possibili configurazioni di robot create grazie al software sviluppato dal team.

Negli ultimi anni, la stampa 3D si è rivelata una vera manna dal cielo per ricercatori e ingegneri informatici che vogliono prototipare, costruire e testare i robot.

Ora i ricercatori del Computer Science and Artificial Intelligence Laboratory (CSAIL) del MIT vogliono aprire la tecnologia a più persone, con l’obiettivo di ampliare l’accesso alla robotica anche per coloro che non siano i pochi fortunati che vengono ammessi alle università più prestigiose. Con questa missione in mente, essi hanno sviluppato un nuovo sistema chiamato “Interactive Robogami”, che consente agli utenti di progettare rapidamente e di stampare i robot in 3D.

Come afferma in un’intervista a Digital Trends Adriana Schulz, autrice principale del progetto:

“Interactive Robogami è un software che consente agli utenti non esperti di progettare e assemblare i propri robot, che saranno in grado di camminare e guidare autonomamente. Il sistema è end-to-end, il che significa che si occupa di generare direttamente il file di stampa 3D, il software e il cablaggio elettronico: l’utente si trova così a gestire un piano di fabbricazione completo. Gli utenti (che in gergo tecnico vengono definiti anche “makers”) possono concentrarsi puramente sulla progettazione di un design concettuale di alto livello”.

Un po’ come gli strumenti che permettono alle persone di ideare semplici videogiochi mettendo assieme dei pezzi preassemblati, Interactive Robogami consente agli utenti di scegliere tra una libreria di diversi componenti, come ruote, gambe o pezzi più “periferici”, decidendo anche i movimenti.

La caratteristica brillante del software risiede nel fatto che che tutte le configurazioni saranno facilmente impiegabili e funzionanti. Il prodotto, una volta finito, viene stampato in 3D ed è pronto ad essere assemblato nella sua forma definitiva. Se si prende il processo di creazione dei robot dall’inizio alla fine, saranno necessarie soltanto poche ore.

“Speriamo che questo lavoro possa rappresentare un passo significativo verso la democratizzazione del design e della fabbricazione di robot. Ci auguriamo che il nostro strumento possa essere utilizzato da persone con ogni livello di competenza per la produzione di robot che risolvono compiti personalizzati, senza dover maturare tutti gli anni di esperienza che la robotica solitamente richiede. Il nostro sogno è vedere questo sistema adottato da tutte le scuole, fornendo un nuovo modo di insegnare il pensiero e la creazione computazionale.” A. Schulz

La tecnologia è stata recentemente testata su un team di partecipanti che hanno potuto costruire una serie di robot differenti, che vanno dai prototipi che camminano con una gamba soltanto a quelli che per muoversi si servono di una combinazione di gambe e ruote, diventando operativi dopo soli 10 minuti di allenamento.

Bisognerà attendere ancora un po’ di tempo prima che Interactive Robogami sia reso disponibile al grande pubblico. “Il nostro interesse è arrivare a commercializzare il sistema” conclude Schulz. “Al momento, abbiamo bisogno di ulteriori sviluppi per portare la ricerca ad uno stadio che permetta ad altri di utilizzarla, e stiamo cercando finanziatori per raggiungere questo obiettivo”.

Ecco il video:


Tradotto in Italiano. Articolo originale: Digital Trends


VISIONARI è un network di imprenditori, scienziati, artisti, scrittori e changemakers che pensano e agiscono al di fuori degli schemi.
Puoi fare domanda per entrare qui: https://bit.ly/visionari-entra

Seguici sulla nostra pagina Facebook per scoprire nuovi progetti innovativi:
Visionari