Un elicottero su Marte nella prossima missione NASA

Un nuovo velivolo autonomo verrà testato nella missione Mars 2020 e, se l’esperimento avrà successo, assumerà un ruolo importante per il futuro dell’esplorazione sul Pianeta Rosso.

Il Mars Helicopter, un piccolo, autonomo aerogiro che andrà sul pianeta rosso con il rover Mars 2020, il cui lancio è previsto per l’estate di quell’anno. (Credit: NASA/JPL-Caltech)

Il Mars Helicopter, un piccolo elicottero autonomo, viaggerà con la missione rover Mars 2020 della NASA, il cui lancio è attualmente previsto per luglio 2020, per dimostrare la fattibilità e il potenziale di aerogiri più pesanti dell’aria sul pianeta rosso.

“La NASA ha un’orgogliosa storia di primati,” ha dichiarato l’amministratore Jim Bridenstine. “L’idea di un elicottero che vola nei cieli di un altro pianeta è entusiasmante. Il Mars Helicopter è molto promettente per le nostre future missioni scientifiche, di scoperta e di esplorazione su Marte.”

John Culberson, nella camera dei rappresentanti per il Texas, ha fatto eco all’apprezzamento di Bridenstine per l’impatto dei primi successi americani sul futuro dell’esplorazione e della scoperta.

“È giusto che gli Stati Uniti d’America siano la prima nazione nella storia a far volare i primi velivoli più pesanti dell’aria su un altro mondo,” ha detto Culberson. “Questo risultato entusiasmante e visionario ispirerà i giovani di tutti gli Stati Uniti a diventare scienziati e ingegneri, aprendo la strada a scoperte ancora più grandi in futuro.”

Iniziato nell’agosto 2013 come progetto di sviluppo tecnologico presso il Jet Propulsion Laboratory della NASA, il Mars Helicopter ha dovuto dimostrare che le cosa grandi possono stare in pacchetti piccoli. Il risultato dei quattro anni di progettazione, test e riprogettazione del team pesa poco meno di 1,8 kg. La sua fusoliera è di circa le dimensioni di una palla da softball, e le sue eliche gemelle contro-rotanti taglieranno la sottile atmosfera marziana a quasi 3.000 giri / min — circa 10 volte più veloce di un elicottero sulla Terra.

“Esplorare il pianeta rosso con Mars Helicopter della NASA è un esempio di matrimonio riuscito tra scienza e innovazione tecnologica ed è un’opportunità unica per far progredire l’esplorazione di Marte in futuro.”

Questo ha dichiarato Thomas Zurbuchen, Amministratore Associato della NASA Science Mission Directorate presso la sede centrale dell’agenzia a Washington. “Dopo che i fratelli Wright hanno dimostrato 117 anni fa che il volo motorizzato, sostenuto e controllato era possibile qui sulla Terra, un altro gruppo di pionieri americani può dimostrare che lo stesso può essere fatto in un altro mondo.”

L’elicottero contiene anche funzionalità integrate necessarie per il funzionamento su Marte, tra cui celle solari per caricare le batterie agli ioni di litio e un meccanismo di riscaldamento per tenerlo caldo durante le fredde notti marziane. Ma prima che l’elicottero possa volare su Marte ci deve arrivare. Lo farà attaccato alla pancia del rover di Marte 2020.

“Il record di altitudine per un elicottero che vola qui sulla Terra è di circa 40.000 piedi. L’atmosfera di Marte è solo l’uno per cento di quella della Terra, quindi quando il nostro elicottero è sulla superficie marziana, è già all’equivalente terrestre di 100.000 piedi di altezza,” ha detto Mimi Aung, responsabile del progetto Mars Helicopter di JPL. “Per farlo volare a quella bassa densità atmosferica, abbiamo dovuto esaminare tutto, renderlo il più leggero possibile, pur essendo il più forte e potente possibile.”

Una volta che il rover è sulla superficie del pianeta, si troverà un luogo adatto per dispiegare l’elicottero dal veicolo e metterlo a terra. Il rover sarà quindi allontanato dall’elicottero ad una distanza di sicurezza dalla quale trasmetterà i comandi. Dopo aver caricato le batterie e aver eseguito una miriade di test, i controllori sulla Terra comanderanno l’elicottero su Marte a compiere il suo primo volo autonomo nella storia.

Non abbiamo un pilota e la Terra sarà a diversi minuti luce di distanza, quindi non c’è modo di comandare questa missione in tempo reale,” ha detto Aung. “Invece, abbiamo una autonomia che sarà in grado di ricevere e interpretare comandi da terra, e poi eseguire la missione da sola.”

La campagna completa di prove di volo della durata di 30 giorni comprenderà fino a cinque voli con distanze di volo incrementali, fino a poche centinaia di metri, e durate più lunghe fino a 90 secondi. Al suo primo volo, l’elicottero farà una breve salita verticale fino a 3 metri (10 piedi), dove rimarrà per circa 30 secondi.

Come dimostrazione tecnologica, il Mars Helicopter è considerato un progetto ad alto rischio e ad alto rendimento. Se non funzionerà, la missione Marte 2020 non ne risentirà. Se funziona, gli elicotteri potrebbero avere un futuro come scout di bassa quota e veicoli aerei per accedere a luoghi non raggiungibili dai viaggi a terra.

“La capacità di vedere chiaramente ciò che si trova oltre la collina successiva è cruciale per i futuri esploratori,” ha detto Zurbuchen. “Abbiamo già una splendida vista su Marte sia dalla superficie che dall’orbita. Con l’aggiunta della dimensione della vista dall’alto di un elicoterro marziano, possiamo solo immaginare quali saranno le missioni future.”

Marte 2020 sarà lanciato su un razzo dell’Atlante V della United Launch Alliance (ULA) dallo Space Launch Complex 41 alla Cape Canaveral Air Force Station in Florida, e dovrebbe raggiungere Marte nel febbraio 2021.

Il rover condurrà valutazioni geologiche del suo sito di atterraggio su Marte, determinerà l’abitabilità dell’ambiente, cercherà i segni dell’antica vita marziana e valuterà le risorse naturali e i rischi per i futuri esploratori umani. Gli scienziati useranno gli strumenti a bordo del rover per identificare e raccogliere campioni di roccia e suolo, avvolgerli in tubi sigillati e lasciarli sulla superficie del pianeta per un potenziale ritorno sulla Terra in una futura missione su Marte.

Il Progetto Mars 2020 presso la JPL di Pasadena, California, gestisce lo sviluppo di rover per la Science Mission Directorate presso la sede centrale della NASA a Washington. Il programma Launch Services della NASA, basato presso il Kennedy Space Center dell’agenzia in Florida, è responsabile della gestione dei lanci.


Tradotto in Italiano. Articolo originale: JPL Nasa


VISIONARI è un’associazione non-profit che promuove l’utilizzo responsabile di scienza e tecnologia per il miglioramento della società. Per diventare socio, partecipare ai nostri eventi e attività, o fare una donazione, visita: https://visionari.org

Seguici su Facebook e Instagram per scoprire nuovi progetti innovativi.