Purificare l’acqua e le energie negative con il Fiore della Vita

Nell’Universo tutto è stato creato attraverso lo schema del Fiore della Vita, ogni molecola della vita, ogni cellula nel nostro corpo ha alla base questa struttura: è lo schema della creazione e della vita nell’Universo.

In questo articolo voglio condividere con te come è possibile utilizzare la geometria sacra del Fiore della Vita per purificare l’acqua (o fare l’acqua informata) e purificare l’ambiente dalle energie negative.

La geometria sacra

La geometria sacra è lo studio della relazione tra le forme del microcosmo e del macrocosmo. Già nelle antiche civiltà era nota questa relazione tra la geometria e l’Universo, un rapporto intimo che sta alla base della vita stessa.

La natura, infatti, si esprime con questo linguaggio, fai caso alle forme geometriche che trovi in natura, se osservi bene troverai dei “pattern” geometrici che si ripetono e rappresentano la trama stessa della vita e della realtà. E’ una sorta di linguaggio nascosto che costituisce la forma della Vita.

Queste forme, di proporzioni divine, racchiudono in se una propria “vibrazione” energetica, una “magia” matematica che è alla base del micro e del marco cosmo.

La geometria sacra la ritroviamo anche nella sezione aurea, con la quale sono state costruite le più grandi opere al mondo, oppure nei mandala le opere geometriche dei monaci buddisti che compiono e disfanno durante questa straordinaria pratica.

Forse davvero dietro ai simboli, alla geometria o alla matematica si nasconde il legame con l’unità che permea tutta la vita. Allora i simboli e i numeri hanno davvero un potere che sottovalutiamo?

Il Fiore della Vita

Formato da molti cerchi sovrapposti, il Fiore della Vita è la forma più conosciuta e più complessa della geometria sacra.

Il simbolo del cerchio in se, è considerato come la rappresentazione dell’infinito, poiché non ha ne inizio ne fine, infatti al suo interno sono inscrivibili tutte le forme dell’Universo.

Tutto è stato creato attraverso lo schema del Fiore della Vita, ogni molecola della vita, ogni cellula nel nostro corpo ha alla base questa struttura.
È lo schema della creazione e della vita nell’Universo.

Immagina che il “codice” del Fiore della Vita sia simile al codice genetico contenuto nel nostro DNA, è l’idioma attraverso il quale viene creata ogni cosa. Tutte le frequenze si ritrovano in questa struttura geometrica, che esiste come uno schema olografico ed è presente in tutte le forme, dagli atomi alle galassie.

La rappresentazione del Fiore della Vita è stata ritrovata in molti luoghi, in molte civiltà, in diverse epoche. Qui un esempio ritrovato nelle città del Lazio e della Campania — Tavola “nundinale” indicava le giornate di mercato (ogni 7 giorni lavorativi)

Fiore della Vita antico in Italia

Fiore della Vita antico in Italia

Oggi sappiamo che il Simbolo del Fiore della Vita è stato ritrovato a Massada (Israele), sul Monte Sinai, in Giappone, Cina, India, Spagna, Germania e in Italia (in molte chiese).

Dobbiamo un grazie particolare a Drunvalo Melchizedek, scienziato, fisico, matematico, inventore e ricercatore, che ha lavorato per rendere accessibili gli insegnamenti della geometria sacra e del Fiore dell Vita in tutto il mondo.

Schema di creazione del Fiore della Vita

http://www.youtube.com/watch?v=KMT0cIyH_vs

Siccome ogni cosa animata o inanimata (un oggetto, un pensiero, una parola, un suono, etc) ha un’energia vibratoria che viene trasferita nell’ambiente circostante, possiamo utilizzare il simbolo sacro del Fiore della Vita per diffondere la sua vibrazione di perfetta armonia per purificare l’acqua e l’ambiente.

La memoria dell’acqua

Per capire le straordinarie capacità dell’acqua e dei pensieri, dobbiamo fare una premessa, citando gli esperimenti di Masaru Emoto sulla memoria dell’acqua, grazie ai quali è stata dimostrata la capacità dell’acqua di memorizzare le informazioni inviate dai pensieri.
Ma che cosa significa?
Tutto è energia, frequenza e vibrazione, quindi tutto è informazione. I pensieri stessi sono informazioni che, come ha dimostrato Emoto, possono influenzare l’acqua — infatti nell’esperimento si evidenzia come la qualità dei pensieri, parole o simboli (quindi di precise vibrazioni energetiche) influenzi le molecole dell’acqua, che letteralmente “registrano” quell’informazione.

Anche io ho fatto l’esperimento di Emoto — te lo riassumo — vengono prese due ciotole di riso, una viene sottoposta a pensieri, simboli e parole positive mentre l’altra, al contrario, viene sottoposta a pensieri, simboli e parole negative. Il risultato è sconvolgente. Dopo un mese, la prima ciotola (quella sottoposta a energie positive) risultava ancora bianco, l’altro era diventato nero e ammuffito.

E’ davvero stupefacente comprendere come i pensieri possono modificare la struttura delle molecole e quindi della materia.
Ora, pensa ad una cosa: il nostro corpo è fatto circa per il 70% di acqua. Pensi che la qualità dei tuoi pensieri e l’energia che ti circonda possa influenzarti oppure no?

Come purificare l’acqua (o fare l’acqua informata)

Una volta compreso che i pensieri, le parole, i simboli influenzano il nostro essere, possiamo utilizzare queste informazioni per il nostro benessere.
Ad esempio possiamo purificare l’acqua e informarla con vibrazioni e frequenze positive e armoniose.

Fare l’acqua informata (o informante) significa purificare ed energizzare l’acqua con frequenze positive e benefiche, cosicché le stesse possano essere assorbite dalle nostre cellule quando berremo l’acqua. Purificare l’acqua che beviamo quotidianamente apporterà benefici alla tua salute e al tuo benessere che potrai sperimentare facilmente.

Ecco i semplici passi:

  • Prendi una bottiglia (meglio se di colore blu) e riempila di acqua
  • Se ti è possibile, puoi immergervi una pietra (ideale è la Shungite Elite) per favorire il processo di purificazione dell’acqua
  • Scrivi alcune parole positive sulla bottiglia (es: ti amo, grazie) inviando pensieri con l’intento di benedire e purificare l’acqua (*)
  • Esponi la bottiglia alla luce del sole per un’ora al masssimo
  • Infine riponi la bottiglia sopra la piastra energetica con il fiore della vita per donare all’acqua frequenze armoniche

(*) Potresti non esserne consapevole, ma la tua intenzione è più potente di quanto immagini! — Vedi intervista a Masaru Emoto

Pulizia energetica degli ambienti

Così come puoi purificare e informare l’acqua, allo stesso modo puoi farlo anche con l’ambiente in cui vivi, purificando le energie negative.

Forse ti sarà capitato di entrare in certi ambienti e sentire come se ci fosse un’energia pesante e negativa, o al contrario, percepire un’immediata sensazione di benessere e pace. Significa che sei particolarmente sensibile e puoi percepire l’energia dei luoghi, infatti anche nell’ambiente possono esserci energie congeste.

La pulizia energetica degli ambienti è una pratica comune a diverse discipline, come ad esempio, il Feng-Shui e molte antiche tradizioni, nella quali c’è grande consapevolezza del rapporto tra le energie sottili e l’ambiente.
Ultimamente, grazie alla Geobiologia, si è data anche la giusta attenzione allo studio delle geopatie che, che permette di analizzare le alterazioni nell’equilibrio elettromagnetico del corpo umano causate dal campo elettromagnetico terrestre.

Oltre alle energie disarmoniche derivanti dalle geopatie, nell’ambiente possono esserci energie negative che possono influenzare il nostro campo energetico-vibrazionale. Infatti anche nella nostra casa possono “ristagnare” delle energie pesanti che possiamo purificare in modo semplice per migliorare la qualità della vita.

Per pulire l’energia di un ambiente dalle energie negative o congeste, come tramandato dalle antiche tradizioni, si usano da sempre erbe per la fumigazione (come la salvia bianca), incensi, cristalli e oggetti sacri.

Io stesso per purificare le energie della mia casa o del mio studio utilizzo la piramide di Shungite e vari cristalli (soprattutto quarzi). Inoltre, per diffondere vibrazioni e frequenze armoniche, utilizzo alcuni prodotti con la geometria sacra del Fiore della Vita, come Holy Circle e Holy Light, per diffondere l’energia purificatrice del Fiore della Vita nell’ambiente.

Intervista a Stefano Micheli

Stefano Micheli è un artista poliedrico che ha sperimentato varie forme di arte, dalla musica al movimento, passando per luci, cristalli e la geometria sacra.

Ho conosciuto Stefano anni fa e mi ha colpito la sua sensibilità e la sua apertura verso le energie sottili. Rimasi impressionato dalle sue attività con le luci, i cristalli, i profumi, le sequenze numeriche e la geometria sacra. Abbiamo deciso di creare insieme lo shop olistico dove proponiamo le realizzazioni con il Fiore della Vita.
Ti presento una breve intervista a Stefano per condividere con te la sua esperienza con la geometria sacra e le sue creazioni.

Come hai conosciuto la geometria sacra e cosa rappresenta per te?

Il mio primo incontro con la geometria sacra fu quando venni in possesso di uno strumento in grado di ripulire le energie sottili congeste. Capisco che parole come energie sottili, per chi non conosce questi argomenti, possano destare strani interrogativi, ma da quando la meccanica quantistica è entrata nel mondo scientifico ufficiale, tra la spiritualità e scienza si è finalmente creato un ponte che ha unito vari universi di conoscenza fino ad allora separati.

Quindi mi incuriosì e cominciai ad interessarmi di geometria sacra. Ai tempi stavo lavorando con i cristalli di quarzo e la luce e mi chiesero di partecipare ad un evento in cui potevo presentare la mia ricerca, lo feci e scelsi una superficie di plexiglas dove fu inciso il Vastu uno spazio sacro della tradizione indiana. Rappresentato da un quadrato con 81 quadrati al suo interno, sopra alla quale disponevo dei cristalli di quarzo ialino e tutti insieme puntavamo luci laser sui cristalli, luci che avevamo informato con i nostri pensieri. Fu un esperienza molto interessante.

Prima di questo avevo costruito varie orgoniti, sperimentandone anche qualcuna diversa da quelle inventate da W. Raich. Questi oggetti hanno la caratteristica di pulire l’etere di un ambiente dalle congestioni, che sono spesso provocate da forme pensiero negative create dalle persone che ci vivono o ci hanno vissuto.

Quando ho cominciato ad interessarmi di geometria sacra mi sono subito reso conto del potere che ha la forma. La radionica mi ha fatto conoscere un mondo completamente nuovo: la forza dei simboli. La numerologia mi ha dato un enorme aiuto per chiarire meglio chi sono e confermare che il sentiero che sto percorrendo è quello giusto, ma la cosa più interessante è che mi ha fatto capire a che punto sono del cammino.

Ho cominciato a lavorare sulle forme, sui simboli, gli spazi sacri e i numeri perché credo che essi ci possano facilitare nella vita di tutti i giorni trasmettendo le giuste informazioni ad ambienti e persone.
Queste informazioni racchiudono l’archetipo della vita e quindi sono in grado di correggere quelle sbagliate che spesso influenzano ambienti e persone ridonando loro l’equilibrio e l’armonia.

Per approfondire www.stefanomicheli.it

Sul nostro shop olistico puoi acquistare i prodotti e le opere con la geometria sacra create insieme a Stefano Micheli come le piastre energetiche e la lampada Holy Light. VAI ALLO SHOP