matera ti amo — photo Mario Romanelli

Del turismo e dei blog tour

cosa spinge un territorio a raccontarsi in rete, quando è giusto farlo attraverso i blogger?

Il teorema generale, che si legge in rete da un po’ di tempo, sull’utilità dei bloggers e della loro presenza in un territorio, mi spinge a condividere il mio pensiero e il punto di vista di un turista che per passione è anche consulente del mondo digital.

Il titolo citazione è dovuto a questa frase che Beccaria scrive a proposito della pena:

“perché ogni pena non sia una violenza di uno o di molti contro un privato cittadino, dev’essere essenzialmente pubblica, pronta, necessaria, la minima delle possibili nelle date circostanze, proporzionata a’ delitti, dettata dalle leggi”
blog tour = pena per un territorio

Infatti il blog tour e l’invasione di X blogger (in un luogo Y, per produrre una quantità Z di contenuti pubblicati in rete in un tempo limitato) possono essere ricondotte ad una pena, una pena che un territorio può sopportare se…

  • è pubblica, ben raccontata e all’interno di un percorso di comunicazione complessiva
  • è pronta e necessaria, viene nel momento giusto, all’inizio o alla fine di un percorso o durante un evento particolare
  • è la minima possibile, non invasiva, non esclusiva e organizzata con attenzione
  • è proporzionata,misurata alla necessità di un territorio
  • è dettata dalle leggi e non dalla moda!

Quindi credo che non si possa esprimere un giudizio uguale per tutti i blog tour, in questo caso la legge non è uguale per tutti!

Sono certo invece che sia necessario prima di tutto utilizzare questo tipo di strumenti con una consapevolezza sul mondo di oggi, sull’uso che fanno i turisti degli strumenti tecnologici e dei canali di comunicazione social…

Slide di un progetto presentato qualche mese fa per un importante blog trip

Offrire a chi vive l’esperienza turistica la possibilità di raccontare, di aggregare la foto, il commento, il video a quelle di altre turisti.

Ci sono tanti spazi on line dove il turista forma la sua opinione su un territorio, sulle strutture ricettive e sugli eventi, una destinazione deve offrire al turista la possibilità di partecipare alla costruzione di un racconto complessivo (fatto di tantissimi elementi non sempre facilmente collegabili).

Avere una strategia, costruire opportunità per i turisti e anche stimolare la condivisione di contenuti di qualità aiuterà un territorio a sopportare la pena (blog tour).

Parlando di blog tour andrebbe approfondito anche il tema degli “influencer”, di come selezionarli, di content markenting e della qualità dei loro contenuti, ma la settimana è già iniziata e quindi lo farò nel prossimo post.

Buon lunedì!