Hyperledger Fabric: dal Block#0 all’Enterprise

Per un uso consapevole della Blockchain nelle Aziende

E’ senza dubbio l’argomento più caldo del momento: se ne parla ovunque e basta fare una semplice ricerca sul Web per essere travolti da una miriade di risultati. Gli white paper, consideriamoli come fossero delle dichiarazioni di intenti, che raccontano tutto e il contrario di tutto, trattati tecnici degni di un premio Nobel, le immancabili cryptovalute, Bitcoin, Ether, Monero e chi più ne ha più ne metta, e per finire una marea di opinioni e opinionisti che ripropongono in salsa tecnologica l’eterna lotta fra il Bene e il Male.

Non passa poi giorno che una catena di grande distribuzione, soprattutto nel campo agroalimentare , o che un ente, privato in genere, annunci di aver adottato, o esteso l’uso, di tecnologie Blockchain/DLT- Distributed Ledger Technology - all'interno della propria filiera produttiva, supply chain, e non solo.

Qui in Italia il nostro Ministero dello Sviluppo Economico ha addirittura costituito una commissione di esperti per capire le modalità con le quali la Blockchain può entrare a far parte del nostro substrato produttivo-economico e con quali impatti (benefici/costi).

In questo brodo primordiale, siamo ancora agli albori, è semplicissimo perdersi e rischiare di perdere un’opportunità che per rilevanza socio-economica è paragonabile a quella dell’avvento di Internet e di tutta la web-economy, o meglio bit-economy per non sminuire l’impatto del fenomeno.

Considerate questo post generativo, block#0 per entrare già in tema, come il nostro white paper con la promessa che già a partire da qui non si tratterà solo di intenti.

Quello che non faremo:

  • Non parleremo di cryptovalute, se non qualche accenno quando necessario e/o a solo scopo di chiarimento
  • Non faremo alcuna polemica con i puristi del settore che parlano di blockchain solo in funzione della presenza di cryptovalute

Quello che ci proponiamo di fare:

  • Presenteremo tutti gli aspetti, nel modo più chiaro possibile, che definiscono la blockchain e che l’hanno portata alla nascita. Questo per fugare ogni dubbio e cominciare a muoversi con una nuova consapevolezza
  • Distingueremo fra permissioned e permissionless
  • Spiegheremo cosa si intende per Governance e perché sia un male necessario
  • Ci concentreremo su Hyperledger Fabric una implementazione di blockchain permissioned studiata appositamente per riscrivere in chiave “collaborativa” i processi aziendali
  • Di Hyperledger Fabric affronteremo sia gli aspetti tecnici che quelli più propriamente descrittivi di processo
  • Costruiremo con Hyperledger Fabric un esempio funzionante per cominciare a muoverci in questo nuovo mondo

Nostro scopo sarà quello di guidarvi passo passo attraverso una serie di post, che pubblicheremo settimanalmente, alla comprensione dei concetti che stanno dietro agli aspetti tecnici senza i quali sarebbe impossibile apprezzare il valore e l’impatto potenziale della blockchain in generale e delle specifiche applicazioni in particolare.

Una volta che i concetti saranno chiari e diventati patrimonio comune, cominceremo a esplorare il mondo di Hyperledger Fabric alternando, fin dove possibile, gli aspetti teorici e di processo, agli aspetti tecnici e implementativi.

Infine costruiremo insieme un caso d’uso concreto con Hyperledger Fabric e Hyperledger Composer Playground e lo pubblicheremo su IBM Cloud.

Block#0 delivered.