Atti cinematografici in luogo pubblico Ep.1

Prologo di un disastro annunciato

Ogni serie che si rispetti ha bisogno di un episodio pilota, giusto per sondare la disponibilità del pubblico a seguire qualcosa di nuovo.

Quello che state leggendo non è assolutamente un episodio pilota. Per quanto si tratti del primo episodio di una serie non è teso a sondare la vostra disponibilità , perché non me ne frega niente della vostra disponibilità. Quello che state leggendo è semplicemente un prologo, una premessa, un modo per mettere in chiaro le cose.

Atti cinematografici in luogo pubblico è la prima di serie di Waste of Ink, tipo House of Cards per Netflix o Mozart in the Jungle per Amazon, anche se non sono proprio sicuro siano le prime ma non mi sembra il caso di guardare il pelo nell’uovo in certe occasioni.

Proprio perché si tratta del primo prodotto ho deciso di non voler esagerare, di restare sul leggero, si tratta infatti di un semplicissimo blog. Una cosa che forse andava di moda nel 2000 direte voi. Non avete torto.

Sarà un po’ un modo per farvi viaggiare sempre con me, al mio fianco. Un modo semplice per farvi capire come io vedo e interpreto ciò che che mi circonda. Sarà come Sex and the City di Carrie, solo che al posto della sessualità io ci metto il cinema. Bello eh.

La foto di alcune lettrici che ridono della mia precedente affermazione.

Non vi preoccupate, non sono realmente ossessionato di cinema. Certo ci lavoro (o almeno ci provo), non parlo d’altro e tendo a filtrare tutto ciò che mi accade durante la giornata attraverso il cinema. Ma non sono proprio ossessionato.

Atti cinematografici in luogo pubblico è un modo per parlare di me in terza persona, per mostrare a tutti il percorso il che sto facendo. Ovviamente a voi non frega realmente niente del mio percorso, per questo io me ne frega niente della vostra disponibilità a leggere questa serie.

Ignoriamoci a vicenda e saremo felici entrambi.

Tralasciando lo scarso interesse reciproco, voglio essere buono. Vi lascio il link per arrivare direttamente al secondo episodio, ma non fateci l’abitudine.

Io non sono Netflix, gli episodi non escono tutti insieme e non arrivano neanche con cadenza regolare. Atti cinematografici in luogo pubblico piomberà su di voi come un temporale il 15 agosto: indesiderato e del tutto fuori posto.