Ambisci a più ampi orizzonti: 5 consigli per migliorare la vita dei nostri consumatori

Vi presentiamo Michele, un Product Manager della funzione Digital Financial Services di Wind Tre. Dalla nostra intervista con lui, abbiamo estrapolato 5 suggerimenti su come soddisfare al meglio i bisogni dei nostri consumatori.

Come Product Manager di Wind Tre, Michele comprende l’importanza di osservare il comportamento dei consumatori. È il modo per prevedere quali prodotti avranno successo e quali saranno destinati a cadere nell’oblio. Questo è il motivo per cui Michele cerca sempre di acquisire informazioni dalle persone e dai loro comportamenti — persino mentre prende la metropolitana la mattina.

“ Nella metro di Milano tutti indossano cuffie o auricolari” dice Michele. “Io, invece, mi tolgo le mie in modo tale da osservare quello che la gente vuole, sentire ciò che le persone provano.”

Leggendo i consigli di Michele, vi sentirete ispirati a fare del vostro meglio ed ad affrontare nuovi obiettivi professionali.

Iniziamo!

1. I dati come chiavi di volta

In Wind Tre, Michele utilizza i dati per arricchire e migliorare le vite dei clienti, sfruttandoli per prendere decisioni su qualsiasi cosa, anche piccola, dal design di un prodotto fino alla formulazione degli slogan del marketing. Il fatto insolito e divertente di tutto ciò è che non sono stati i numeri, le statistiche, o le ricerche di mercato ad attrarre Michele al marketing e al product management.

“Sono approdato al mondo del marketing perché mi piace studiare i consumatori, non perché mi piacciono i numeri,” dice Michele sorridendo. “Ma ora i numeri e i dati sono per me e per il mio lavoro vitali. Sono proprio questi due elementi che permettono di risolvere problemi e di creare un’ottimale customer experience.”

Per queste ragioni, Michele ha imparato ad amare i dati partendo da tutto ciò che questi rendono possibile: intuizioni su cosa i clienti vogliono e, a volte, pretendono. Certo, forse amore non è la parola più corretta, ma il concetto è chiaro.

2. Qualità come priorità

Il detto promettere mari e monti significa fare promesse tanto grandi ed esagerate che diventa impossibile mantenerle.

Ma cosa c’entra questo proverbio con la soddisfazione e i bisogni dei clienti? Per Michele tutto!

Le persone non comprerebbero mai un prodotto “vuoto”, senza carattere, nemmeno se il venditore possedesse l’ars oratoria ciceroniana e conoscesse tutti i punti deboli dei singoli consumatori.

La filosofia di Michele sul product management riflette questo principio e il motivo è semplice: vuole offrire alla clientela Wind Tre tutto ciò che questa grande azienda può dare.

“Dobbiamo avere dei principi e valori da trasmettere ai nostri clienti,” asserisce Michele. “Dobbiamo offrire soluzioni per la vita di tutti i giorni. Questo si traduce in azioni concrete e non in chiacchiere sterili.”

Così, ogni singolo giorno, Michele lavora e si affanna per cercare soluzioni innovative che possano far percepire al consumatore un valore reale, e non per un artifizio, ma perché il valore c’è. Un esempio eclatante è sicuramente il cosiddetto mobile payment.

Come spiega Michele, “Essendo un’azienda TelCo, dobbiamo suscitare fiducia nei pagamenti effettuati da mobile devices, impresa che in Italia risulta tutt’altro che facile. Oltre alla mera detenzione di un wallet, noi possiamo offrire ancora di più ai clienti, come assicurazioni e investimenti. Questo potrebbe considerevolmente migliorare la vita dei consumatori, e al momento noi stiamo lavorando sul come e sul perché questi processi sono e saranno degni di fiducia.”
Michele e il Team con cui lavora

3. Diversi player, un unico scopo

Michele ha messo in risalto l’importanza di cooperazione e collaborazione per conquistare obiettivi che i singoli da soli non raggiungerebbero mai. Nel business, potremmo tradurre questo principio con l’idea di partnership strategica (o collaborazione strategica).

Michele comprende come questa idea delle partnership strategiche trovi un riscontro pratico nel suo lavoro in Wind Tre. Infatti, la sua prima posizione lavorativa in azienda è stata quella di digital partnership specialist.

Ora, la fusione tra Wind e Tre ha creato l’azienda di TelCo più grande d’Italia, e Michele sa che questo porta con sé incredibili opportunità ai 31 milioni di clienti. Ciò accade poiché la fusione fornisce a Wind Tre più risorse e il potere contrattuale per sottoscrivere partnership chiave.

“Considerando la grande novità della fusione” spiega Michele “su entrambi i fronti ci siamo focalizzati a chiarire tutti i dubbi, mostrando ai customers i nuovi processi e come, attraverso di essi, si possano raggiungere gli obiettivi in un modo nuovo.”

Un modo in cui Wind Tre sta aiutando i suoi clienti a raggiungere i propri obiettivi dopo la fusione, spiega Michele, è attraverso la stipulazione di partnership. Queste ultime consentono alla compagnia di raggiungere obiettivi che altrimenti non sarebbero stati possibili.

“Poiché stiamo operando su una scala tanto tanto grande, il valore che possiamo portare ai nostri clienti è più grande e migliore. Possiamo facilmente creare partnership con i maggiori player nell’ambito technology, finance, e-commerce, e altre industrie, cosa che assicura il raggiungimento dell’obiettivo finale di consegnare qualcosa sempre migliore alla nostra clientela.”

Qui la lezione è semplice: se cooperando riuscite ad arrivare dove mai avreste potuto o pensato di andare, fatelo, cooperate. La storia si ricorderà di voi come grande pionieri.

4. Unisci il mondo online e quello offline

Per leggere questo articolo state fissando uno schermo. Siete nel World Wide Web. Fermatevi per un momento. Guardate in alto, in basso, a destra e a sinistra! Quella che state guardando ora è la realtà — ed è il momento di andare a viverla appieno (beh, ovviamente dopo aver finito di leggere questo articolo).

Potrebbe sembrare che il futuro del business sia interamente digitalizzato. Ma questo non è necessariamente vero. Il lato più interessante di alcune tra gli ultimi congegni tecnologici, come i virtual glasses e i mobile beacons, è che esiste un chiaro trend verso una fusione o compenetrazione dei mondo online e offline.

Michele tiene ben presente questo trend nei suoi pensieri mentre lavora in Wind Tre, e questo perché in lui vive la convinzione che chi riuscirà efficacemente a combinare le due esperienze, sarà il big winner assoluto.

“Noi non possiamo mangiare bytes o pixel”, dice Michele scherzando. “Ci sarà sempre bisogno delle esperienze offline. La sfida è capire come il mondo possa aiutare per migliorare le esperienze fuori dalla rete.”

Considerando che Wind Tre si sta sottoponendo ad una trasformazione digitale e aspira ad essere la technology company del futuro, l’impresa ha bisogno di creare una esperienza fluida per tutto il viaggio del cliente (che non è interamente digitale). Per raggiungere questo obiettivo è necessario spingersi oltre, thinking outside the box — e possibilmente guardare persone vere mentre vivono momenti della loro vita quotidiana. Grazie al cielo ci sono persone come Michele che hanno già messo tutto ciò in cima alla lista delle priorità.

5. Impara, parla, mangia e viaggia (non necessariamente in questo ordine)

Dal periodo di studio trascorso a San Paolo alla lettura appassionata di blog sulla tecnologia, la voglia di Michele di imparare non si è mai estinta.

Una parte importante di tutto questo apprendimento deriva anche dalla comunicazione con altre persone.

“Interagire con gli altri è la chiave per crescere” esclama Michele. “io uso il mio tempo per imparare dagli altri. Si potrebbe trattare di una chiacchierata informale con un designer riguardo le grafiche o due parole scambiate davanti ad un caffè con un collega di IT riguardo le infrastrutture.”

È precisamente quella curiosità che aiuta Michele a rimanere motivato e che aiuta a portare Wind Tre a livelli sempre più alti. Ovviamente, ci deve anche essere del tempo per divertirsi e rilassarsi.

“Un equilibrio tra la vita privata è quella professionale è vitale. A me piace cucinare e mangiare, specialmente pesce. Se ne preparate un po’, invitatemi a cena!” dice Michele ridendo. “quando ho tempo, cerco anche di tornare nella mia terra natia, Benevento — il posto più bello d’Italia.”

L’ultimo consiglio che Michele ci ha dato ha un grande valore. Se volete creare o fare grandi cose per i vostri clienti, dovete prima fare grandi cose per voi stessi. Ciò sicuramente include cose come chiacchierate, viaggi, nuove esperienze.

Accompagnare i vostri clienti e voi stessi verso un domani migliore

Ora, avete conosciuto Michele e tutto il grande lavoro che sta facendo in Wind Tre. Sapete anche come migliorare le vite dei vostri clienti. Per essere vincenti in questo mondo che cambia continuamente, dovete rendere i data i vostri migliori amici, ma soprattutto dovete creare del reale valore, collaborare, cooperare e unire le realtà online e offline.

Ricordate: Concedete a voi stessi del tempo per conoscervi e riscoprirvi.

One clap, two clap, three clap, forty?

By clapping more or less, you can signal to us which stories really stand out.