Il Giubileo, ovvero come mi sono posizionato su Google prima del sito ufficiale e perché

Questo pezzo è stato pubblicato per la prima volta in due parti su Wolf. Wolf è una newsletter a pagamento dedicata all’analisi della comunicazione e dell’informazione online, fatta da professionisti (lo staff di Slow News e quello di DataMediaHub). L’intro di questo pezzo è ora visibile gratuitamente, perché fa parte di un esperimento. Abbiamo installato il plugin per Wordpress di Blendle, realizzato da Reporter Online, e il pezzo, dunque, si può acquistare con un micropagamento.

Lo strano caso del Giubileo

Siamo sempre portati a pensare che si possa fare Seo solo su domini con una certa storia, solo con tanti backlink, solo con un archivio importante. Ma è davvero così? Oggi comincio a raccontarti una storia — che proseguiremo a puntate nelle prossime settimane di questa splendida avventura che sta diventando Wolf. — che riguarda un argomento ben preciso, una nicchia, sulla quale ho lavorato da solo per confermare — o sconfessare — alcune mie teorie sulla Seo.

Seo per tutti — Quello che racconterò qui di seguito non è certamente esaustivo e non si può pensare che io possa ottenere i medesimi risultati su qualunque keyword o su qualsiasi argomento (altrimenti sarei già a godermi i frutti del mio lavoro su un’isola tropicale). Ma di certo vale per qualsiasi ambito professionale: vale per chi comunica, per chi informa, per i giornalisti e per le aziende.

Così, ecco come ho creato da zero un sito che oggi è in prima pagina su Google, sopra al sito ufficiale del Giubileo, se cerchi “Giubileo” su Google.

***

Se ti interessa approfondire e vuoi provare il micropagamento, devi solo andare su Wolf e seguire le istruzioni in calce al post (sono in olandese, il plugin è olandese come Blendle, ma ti assicuro che sono comprensibili).


Originally published at wolf.slow-news.com on May 8, 2016.

One clap, two clap, three clap, forty?

By clapping more or less, you can signal to us which stories really stand out.