Una improbabile oasi

WFP Italia
Jan 27, 2017 · 4 min read
Sfollati iracheni fuggono dagli scontri contro l’ISIS e si rifugiano nei campi di Debaga e Ashti nel nord dell’Iraq, dove si trovano ora migliaia di persone. Copyright: WFP/Joelle Eid.

Storie di donne, bambine e bambini fuggiti dalle zone del conflitto in Iraq e che hanno trovato rifugio nei campi per sfollati di Debaga e Ashti.

Testo e foto di WFP/Joelle Eid. La storia è stata pubblicata in versione originale (in inglese) ad ottobre 2016.

Campo di Debaga

Farah

Farah ha otto anni, e viene da Mosul. E’ fuggita a piedi dalla città con sua nonna, che racconta che la mancanza di cibo è stato il motivo principale per andarsene. La madre e il padre di Farah sono ancora a Mosul, in attesa del momento giusto per andarsene anche loro. Temevano di mettesi in viaggio con i fratelli più piccoli di Farah e hanno deciso invece di far partire Farah con la nonna. Un anno fa, prima che le scuole a Mosul chiudessero, Farah andava alle elementari.

Marwa

Quache giorno fa, Marwa, una bambina di sei anni, ha camminato dall’alba al tramonto prima di raggiungere gli aiuti. Sua madre ci ha raccontato che, durante le prime ore del viaggio, la famiglia ha dovuto camminare scalza per paure di essere scoperti dalle forze dell’ISIS. Appena arrivati al centro di transito di Debaga, hanno ricevuto immediatamente cibo del WFP pronto all’uso, sufficiente a sfamare la famiglia per tre giorni mentre erano in attesa di essere trasferiti nel nuovo riparo.

Ferial

Ferial, o Farfoura, come la chiamano gli amici, ha venti anni. Ha lasciato casa, nella città di Hawija, a nord di Baghdad, qualche giorno fa. Ferial e la sua famiglia hanno dovuto camminare per 14 ore finché non hanno raggiunto gli aiuti e sono stati accompagnati al centro di transito del campo di Debaga. Come tutte le famiglie di sfollati che arrivano nei centri, al sicuro, Ferial e la sua famiglia hanno ricevuto assistenza alimentare immediata dal WFP. Ripensando a quando era a casa sua, Ferial dice: ‘L’unica cosa che negli ultimi mesi potevamo permetterci di comprare erano le melanzane. Alla fine, mangiavano un sacco di stufati di melanzane”.

Campo di Ashti

Malak e Mina

Malak e Mina sono sorelle e vengono dalla piana di Mosul. Ad aprile 2015, la famiglia è dovuta fuggire e trovare rifugio altrove. Per quattro mesi la famiglia visse in una tenda, poi si spostarono in un edificio riconvertito in rifugio per poi, finalmente, arrivare al campo per sfollati di Ashti. Il loro piatto preferito iracheno è il Mumbar, con le interiora di agnello ripiene di riso e carne macinata, e molto aglio.

Ghazwa

Ghazwa prepara, in questa foto, il pasto preferito della sua famiglia, il Dolma. Si tratta di verdure ripiene con carne macinata e riso. Ghazwa è sfollata dal 2014, da quando ha dovuto lasciare la propria casa nella piana alla periferia di Mosul. La sua famiglia, come migliaia di altre persone, ricevono l’assistenza alimentare del WFP ogni mese.

Hanaa e il piccolo Steven

Con suo figlio Steven, Hanaa viveva nel governatorato di Mosul. La famiglia è ora sfollata ad Erbil e riceve l’assistenza mensile del WFP sotto forma di contante. Hanaa spera di avere denaro sufficiente per offrirsi volontaria nei campi per sfollati e nei centri che ricevono le famiglie che continuano a fuggire dal governatorato colpito dal conflitto.

Storia pubblicata su wfp.org/it

Storie dal World Food Programme (WFP)

Stories and articles in Italian from the World Food…

Medium is an open platform where 170 million readers come to find insightful and dynamic thinking. Here, expert and undiscovered voices alike dive into the heart of any topic and bring new ideas to the surface. Learn more

Follow the writers, publications, and topics that matter to you, and you’ll see them on your homepage and in your inbox. Explore

If you have a story to tell, knowledge to share, or a perspective to offer — welcome home. It’s easy and free to post your thinking on any topic. Write on Medium

Get the Medium app

A button that says 'Download on the App Store', and if clicked it will lead you to the iOS App store
A button that says 'Get it on, Google Play', and if clicked it will lead you to the Google Play store