4. Cosa fa la piattaforma digitale Griot?

Cambia il modo di raccontare storie in digitale.

Non possiamo raccontare cosa fa la piattaforma digitale Griot senza prima riferire i dati emersi dall’osservazione del mercato, relativamente alla comunicazione e alla promozione in ambito digitale, preliminare allo sviluppo del progetto.

Non occorre essere dei guru dell’economia 4.0 per notare ciò che hanno recensito, già dal 2015, i grandi player del mercato digitale.

Nell’ambito del trasferimento di valore per lo scambio di informazioni e di conoscenze, nell’interazione per scopi promozionale e commerciale e fra persone, il mondo del digitale tende verso l’utilizzo delle piattaforme, luoghi virtuali dove gli autori concorrono alla creazione di valore, e dove quest’ultimo non prosegue più in un’unica direzione ma si muove in una maglia di connessioni e di relazioni.

Da parte degli utenti, in particolare degli utenti nel canale mobile, cresce visibilmente l’utilizzo delle piattaforme in cui essi trovano soddisfatte le proprie esigenze e le necessità, dall’utile al futile.

Volevamo raccontare storie e per tutte ragioni sintetizzate sopra, abbiamo scelto di farlo in piattaforme nel canale mobile.

Nello scenario in cui si inserisce la piattaforma digitale Griot, il valore viene creato da una rete di autori e coautori, e la rete è a sua volta il valore aggiunto allo scenario, alla modalità di interazione e agli scambi che possono essere costruiti.

Nella piattaforma Griot il concetto di rete si estende dai contenuti alle storie e dagli autori agli utenti.

Fatte queste premesse, ecco i 10 punti per chiarire meglio cosa fa la piattaforma digitale Griot:

  1. realizza contesti digitali nel canale mobile, general purpose per Android e iOS oppure custom per Android e iOS ;
  2. crea collezioni di storie fruibili nel canale mobile;
  3. narra cultura e tradizioni, eventi e territorio, guide e percorsi, in modalità personalizzabili da ciascun autore e per ciascun ambito tematico;
  4. innova la modalità di creazione delle storie per il canale mobile;
  5. innova la modalità di utilizzo dei contenuti multimediali;
  6. apre la narrazione nel mobile direttamente ai creatori di contenuti, senza intermediari, grazie allo storyboard, il software online ad interfaccia grafica very very user friendly;
  7. abbatte i costi della creazione della presenza digitale nel canale mobile;
  8. permette la creazione di schemi narrativi liberi e personali, dai più semplici e lineari ai più complessi e articolati, grazie alla struttura dati a rete;
  9. interagisce con l’ambiente e con il singolo utente;
  10. le storie evolvono dinamicamente su condizioni configurabili, sequenze logiche di azioni e scelta dell’utente;

Leggi anche 19. Le 10 cose da sapere sulla tecnologia Griot

In sintesi,

la piattaforma digitale Griot realizza modalità di fare narrazione e promozione che prima non c’erano.

Non resta che provare! Entra nella community dei grioters, attendiamo le tue storie e i tuoi feedback.

Visita la nostra landing page www.grivium.com e #beagrioter