Focusrite Scarlett 2i2, la mia Recensione dopo 2 anni di utilizzo

Ebbene si, ho acquistato la mia Focusrite Scarlett 2i2 ormai due anni fa e sono pronto per creare la mia personale recensione. Che dire, se dovessi riassumere la mia esperienza in una sola parola direi sicuramente “Wow”! Avendola pagata solo 100 euro, ora costa anche meno, direi che abbia fatto un ottimo affare.

Focusrite Scarlett 2i2 con il Microfono
Suona da paura per essere una scheda audio così economica e soprattutto, avendola usata con la chitarra e la voce, posso confermare la superlativa qualità degli ingressi MIC e dei connettori di collegamento per gli strumenti musicali.

Qualità audio

Questa versione 2i2 della Focusrite è una bomba, quando l’ho presa su Amazon non me l’aspettavo, davvero. Pensavo fosse l’ennesimo prodotto da fascia consumer dedicato a coloro che non desiderano particolari performance, ma devo dire che questa scheda audio USB le ha quasi tutte.

Ingresso cuffie 2i2

L’audio che ne esce fuori, ovviamente con le giuste sorgenti e la giusta equalizzazione, è notevolmente superiore rispetto alle schede concorrenti come l’iTrack Solo, la Steinberg UR22 o la Presonus AudioBox.

Non c’è paragone perché la cifra spesa è commisurata alla qualità, infatti a distanza di due anni non sento alcun ronzio. E’ caduta un paio di volte ed ha sbattuto contro qualche parete durante gli spostamenti, tuttavia la rigida scocca ha retto alla perfezione e la qualità del suono è rimasta praticamente immutata. Ogni tanto si sente qualche piccolo rumore quando alzo o abbasso il volume Master ma non si può dire che io abbia trattato “maniacalmente” la Scarlett 2i2.

Connessione cavo XLR

Materiali e versatilità

E’ una scheda audio portatile al 100%, infatti basta connetterla all’USB e subito si possono configurare i driver, procedura da fare solo la prima volta. E’ stata studiata con molta attenzione alla robustezza perché, portandola in giro, è semplice farla urtare contro qualche parete o qualche ostacolo, quindi Focusrite ha già previsto tutto.

I controller gommati dei microfoni e delle entrare del microfono sono un qualcosa di eccezionale, offrono un ottimo grip anche con mani sudate e sporche (ciò che capita spesso se registrare nella cantinola) e al contempo permettono una regolazione precisa al millimetro.

Parte posteriore con connettore USB

L’ho utilizzata con FL Studio, Cubase e Logic, devo dire che si è perfettamente adattata a tutti questi software per il campionamento e la registrazione. In particolare l’installazione con FL Studio è stata fulminea, ci sono voluti pochissimi secondi per collegare anche la tastiera MIDI e far processare tutto il segnale direttamente dalla scheda.

Vista Frontale e Case in Alluminio Anodizzato

La ricomprerei?

La risposta è si, insomma dopo aver provato questa 2i2 ed aver testato anche le sue principali concorrenti (Steinberg UR22, iTrack Solo e Presonus AudioBox) direi che la Scarlett sia decisamente la miglior scheda audio che si possa acquistare nel 2017. La ricomprerei per l’affidabilità che mi ha garantito, per l’alta qualità audio che a questo prezzo non ha assolutamente compromessi, sebbene ci siano schede più performanti ma che costano almeno il doppio.

Contenuto della Scatola

La sceglierei di nuovo per la resistenza e la qualità dei materiali e perché ha una forma compatta. Se ti sposti molto è impossibile portarsi dietro una scheda più ingombrante, diventerà un calvario, ma tutto questo è solo un lontano sogno con questa Focusrite. Negli anni ho letto molte opinioni quindi ho raccolto un pochino di casistiche, infatti a molti si è rotta l’entrata USB nella parte posteriore, un fatto spiacevole, davvero, però a me non è capitato, insomma secondo me basterebbe fare un pochino più di attenzione per far sì che queste cose non succedano.

Consiglio anche di prendere una costodia dedicata perché non viene fornita in dotazione, quindi con una spesa di una decina d’euro la si preserva da cadute accidentali o segni d’usura che normalmente si vedono dopo qualche anno.

Foto da Vicino delle manopole con Grip

Come si capisce dalla recensione, l’ho consigliata anche ad alcuni amici che fanno i DJ Producer data la grande versatilità e si son trovati bene. Si sono trovati bene, infatti questa scheda audio è perfetta per qualsiasi tipo di musicista o per gli audiofili. Si può ascoltare o produrre musica ad una qualità audio superiore di molto a quella offerta dalla classica scheda già integrata nel computer. Che dire, ho fatto l’affare e ne sono rimasto più che soddisfatto.

Quì sotto ho raccolto le specifiche tecniche del brand storico così puoi confrontare la Focusrite Scarlett 2i2 ad esempio alla versione 2i4 oppure alla sua gemella più recente, la Scarlett 2i2 2nd Generation.

Inoltre dal sito ufficiale puoi trovare tutte le informazioni e puoi scaricare i driver.

Regolazioni molto precise, foto in dettaglio

Specifiche tecniche

Possiede 2 In e ben 2 Out con tecnologia USB
Conversione a livello di 96 KHz e 24-bit
Sono presenti 2 preamplificatori microfonici
Chassis realizzato in alluminio colorato di rosso ed anodizzato (bellissimo devo dire)

Interfaccia del pannello anteriore

  • 2 Canali dunque 2 switch per gli strumenti
  • 48V Phantom
  • Switch diretto nel monitor
  • USB Indicatore di connessione USB
  • Uscita per le cuffie

Interfaccia del pannello posteriore

  • 2 linee in uscita — Porta USB di tipo 2.0

Programmi inclusi con la scheda audio

  • Ableton Live Lite 8
  • Focusrite Scarlett plug-in suite
  • Driver e istruzioni

Una breve panoramica Video

One clap, two clap, three clap, forty?

By clapping more or less, you can signal to us which stories really stand out.