Il successo artistico che hai sempre desiderato è davanti a te!

Peccato che non riesci a vederlo


Troppo spesso sento ancora parlare di concetti ancorati al passato sui temi dello sviluppo e della promozione di musica, arte o creatività in generale. E direi che siamo giunti ad un punto in cui bisognerebbe scrollarsi di dosso tutta quella polvere che tuttora annebbia i nostri cervelli e non ci consente di ottenere i risultati agognati.

Perché è giusto parlare di new biz production & marketing advices alla soglia del 2017? Stilerò dei punti che definiscono una volta per tutte la realtà su cui si basa il mercato e i trends di oggi.

(A). Radio/tv/stampa sono tuttora uno strumento importante per promuovere i propri lavori. Lo saranno ancora tra ⅗ anni? E’ evidente che oggi la nuova radio sia Spotify (e consociate), la nuova tv sia Youtube (o Netflix a seconda delle tematiche), la nuova stampa siano blog e social network (Facebook e Twitter in testa). Quindi finiamola con l’insistere per ottenere passaggi radio/stampa/tv! Se sei un creativo, uno startupper, un selfpreneur cerca il traffico dove il traffico c’è (se ancora non l’avessi capito reinizia a leggere dal punto 1)!

“Stando ad Ericsson (40% del traffico mobile del pianeta) il sorpasso della visione via etere da parte della rete è vicino, si parla già del 2020 grazie anche all’avvento e la diffusione di tecnologie come 5G e fibra”.
Credit: Google

(B). Per realizzare un disco non è più necessario affittare uno studio da €500–1000/giorno. Basta un’iPad. Così come per realizzare un artwork non è più necessario avere un pc desktop con Photoshop/Illustrator installato(valore €1500/2000 x pc desktop + €1000/2000 software). Basta uno smartphone (medio) con un app come Snapseed (valore smartphone €250/350 + Snapseed €0). O per realizzare uno shooting non serve una reflex/mirrorless entry-level. Possiamo avvalerci sempre di uno smartphone con una fotocamera evoluta, con cui processeremo anche l’immagine (valore reflex/mirrorless €800/3000 vs smartphone high-end €450/650).

Il seguente brano è stato realizzato interamente su un iPad, dalla produzione audio alla grafica:
Una canzone realizzata interamente su un iPad

(C). Stesso discorso per il marketing (che richiederebbe un tomo a parte). Il marketing diretto e aggressivo oggi non ha più senso: “Compra il mio nuovo disco” o “Vieni al mio evento” o “Acquista il mio servizio di shooting professionale”. Che lo si faccia attraverso Google Adwords, Facebook Ads o affini non cambia. Quello che serve oggi è instaurare una relazione con il tuo pubblico. Primo asset: creare il tuo Personal Brand. Secondo: realizzare il tuo posizionamento. Terzo: definire/costruire la tua community. Ti invito a leggere dariovignali.net o altre risorse in rete. Quello che ti serve sapere in poche parole è: funziona molto di più Instagram Stories/un vlog su YouTube/o un blog post scritto bene (che instauri una relationship con il tuo pubblico e soprattutto ti dia credibilità, definendo i tuoi valori), piuttosto che insistere con i soliti miseri tentativi: “Compra questo/Scarica quello/Guarda quest’altro/ecc…”. Le persone cercano empatia ed è questo che devi creare!

Instagram Stories: il nuovo marketing trend

Non affidarti alle sovrastrutture. La sovrastruttura sei tu! Basta ancora con il sentire parlare di etichette discografiche, major di settore, o sistemi di cui non conosci i meccanismi. Parti dal tuo personal brand. Crea i tuoi canali social. Ma soprattutto crea contenuti di qualità. E comunica informalmente e personalmente con il tuo pubblico. Distinguiti partendo da te stesso, da ciò che ti rende unico. Se non sai cosa sia, chiedilo alle persone che ti circondano, lo sapranno meglio di te! Tuttora ricevo mail da musicisti/creativi che mi dicono:

“No sai Giulio, preferisco affidare il mio repertorio a un’etichetta piuttosto che promuoverlo da solo. Io non sono nessuno, dove mai potrei andare? Poi un giorno quando otterrò credibilità, farò come fai tu… mi occuperò delle mie cose in autonomia…”

Perfetto, questo è il miglior modo per non andare da nessuna parte! Se non inizi oggi a creare i tuoi assets, la tua community, non inizierai mai! E sai perchè? Perchè non avrai mai una community e dei canali attraverso cui comunicare!

Attenzione io non dico che devi fare tutto da solo! Anzi un team o delle collaborazioni sono la chiave per trasformare i sogni in realtà! Ma quando vedo un artista che scrive/produce/arrangia una canzone da solo, di cui realizza anche artwork/graphics/video, cedere il tutto a una label, il cui unico intento è quello di fare catalogo (aggiungendo il brano al proprio canale YouTube o playlist Spotify, magari generando poche centinaia di streams!), mi piange davvero il cuore!

Il problema è che queste sono le stesse persone che tengono accesa la tv, ma nel frattempo guardano solo lo schermo del telefonino, sostengono la causa dei taxi, ma intanto usano Uber, o hanno la radio in casa, ma ascoltano musica dal tablet (perchè preferiscono app come TuneIn).

Guarda le cose per come sono, e capirai istantaneamente perchè la tua strategia fin’ora non ha funzionato!


Blog | Twitter | Facebook | Instagram | Spotify | YouTube

Se pensi che qualcuno possa beneficiare dell’articolo condividilo o clicca sul cuoricino qui sotto. Nel frattempo puoi ascoltare la mia musica su Spotify o YouTube!


Originally published at giulianodipaolo.com