Quali sono i nuovi strumenti di Facebook per il controllo della privacy

via pixabay.com

Ieri Facebook ha annunciato una revisione dei suoi strumenti per la privacy del social network per rendere più semplice agli utenti come trovare e modificare le proprie informazioni personali. Questi cambiamenti arrivano dopo le critiche piovute sul social network statunitense in seguito al caso di Cambridge Analytica. Inoltre, l’intervento, ricorda BBC, precede il regolamento generale sulla protezione dei dati dell’Unione europea (GDPR), che entrerà in vigore il 25 maggio.

Leggi anche > Guida al caso Facebook-Cambridge Analytica: gli errori del social, la reale efficacia dell’uso dei dati e il vero scandalo

Come si legge in un post ufficiale in cui vengono presentati i dettagli dei cambiamenti che verranno introdotti, quanto accaduto nelle ultime settimane “ha mostrato quanto lavoro dobbiamo fare per rafforzare le nostre politiche e aiutare le persone a capire come funziona Facebook e le scelte che hanno sui loro dati. Abbiamo sentito forte e chiaro che le impostazioni sulla privacy e altri strumenti importanti sono troppo difficili da trovare e che dobbiamo fare di più per mantenere le persone informate”.

La maggior parte di questi aggiornamenti era in lavorazione da un po’ di tempo (l’ultimo post di Facebook in cui si annunciavano cambiamenti sulla privacy era di fine gennaio), ma gli eventi degli ultimi giorni hanno evidenziato una volta di più la loro importanza e urgenza, prosegue il comunicato.

Le modifiche introdotte saranno di tre tipi:

Un menù semplificato per trovare le impostazioni sulla privacy. È stato ridisegnato il menù delle impostazioni sui dispositivi mobili: attualmente gli utenti si trovano sui dispositivi mobili un elenco di quasi 20 opzioni diverse, ognuna con un titolo breve. La nuova versione raggruppa i controlli e ha aggiornato le informazioni rendendo chiaro cosa può (e non può) essere condiviso con le app.

Un confronto tra il vecchio menu impostazioni (a sinistra) e il nuovo menu impostazioni (a destra).

Un nuovo menù rapido per la privacy. Il nuovo menù concentra in un unico luogo il controllo delle impostazioni sulla privacy. Gli utenti potranno:

a) Aggiungere più livelli di protezione del proprio account, come l’autenticazione a due fattori. Attivando questa opzione, se qualcuno tenta di accedere all’account da un dispositivo non riconosciuto, arriverà una notifica di verifica dell’accesso.

b) Controllare le informazioni personali. Gli utenti potranno rivedere quello che hanno condiviso ed eliminarlo. Questo include i post condivisi o ai quali hanno risposto, le richieste di amicizia inviate o informazioni cercate su Facebook.

c) Controllare quali annunci pubblicitari visualizzare nella pagina sulle “Preferenze relative alle inserzioni”.

d) Gestire chi vede i post e le informazioni del profilo di ciascuno.

Nuovi strumenti per cercare, scaricare ed eliminare i propri dati su Facebook. Il social network introdurrà “Access Your Information”, “un modo sicuro per accedere e gestire informazioni come post, reazioni, commenti e contenuti”. Da questa nuova pagina sarà possibile cancellare qualsiasi cosa presente sulla timeline o sul proprio profilo. Inoltre, sarà più semplice scaricare i dati condivisi sulla piattaforma: sarà possibile fare un download (ed esportare) di una copia protetta dei propri dati (foto caricate, contatti aggiunti al proprio account, post presenti sulla timeline).

via BBC

Il responsabile della privacy di Facebook, Erin Egan, ha spiegato nel comunicato che il social network aggiornerà le policy sull’utilizzo dei dati per “meglio precisare quali vengono raccolti e come sono usati”.

Leggi anche > Come modificare le impostazioni di Facebook per evitare che i nostri dati siano condivisi da terzi