Nerdismi sparsi: strega comanda colore (tool per pittori digitali)

Il punto è che scegliere i colori non è facile. Capirli, immaginarli, vederli, confrontarli: no, non è per niente semplice. E poi ci sono i codici da imparare. E i nomi?

Ecco 8 tool e siti (più due bonus color) utili per grafici, video, card e non solo.

Se mi serve il codice html

Non stiamo scegliendo il barattolo di vernice per ridipingere la cucina. Ci serve il colore giusto per lo sfondo per un card, o per un grafico, o per il testo a corredo di una foto. E soprattutto ci serve poterlo riutilizzare, uguale. Ci serve il codice HTML del colore. Proprio come per scrivere in grassetto o in corsivo sul web c’è bisogno di un codice da affiancare al testo, anche per dare un po’ di colore alle parole il principio è lo stesso.

Eccolo il “Generatore codici colore HTML”. On line se ne trovano parecchi, questo è semplicissimo. Come funziona? Basta muovere il cursore del mouse tra colore, e saturazione. E sotto la scelta viene tradotta in codici e numeri.

C’è anche il sito codicicolori.com: è più statico perché propone una lista in ordine alfabetico ma è comunque efficace. Mi piace che ci sia anche il nome del colore. Chi conosce il conchiglia?E la differenza fra un castagno e un cioccolato?

La lista dei colori su Wikipedia

Anche Wikipedia mette a disposizione la Lista dei colori. Bianco antico, bianco titanio, bianco fantasma, bianco floreale. E poi blu oltremare, blu notte, blu elettrico. Insomma, c’è da scriverci un romanzo.

Tabella colori

Questa tabella di colori è solo un’altra organizzazione della lista ma il risultato non cambia. Si trova su Siti Web Gallery. Basta trovare lo strumento più adatto.

Se mi serve una paletta di colori

Ok, fatta una scelta, come riesco ad abbinare più colori? E soprattutto come posso affiancarli con la certezza di non far inorridire un grafico? Ci sono strumenti anche per questo.

I want hue

“I want hue” consente di scegliere tra palette predefinite o di crearne di nuove da cinque colori, ciascuno editabile. Vengono generati tutti i codici possibili per poter usare la paletta colori con strumenti differenti. [Grazie ad Andrea Borruso per il suggerimento qui]

Da sinistra Colord e Paletton

Di tool ne esistono parecchi, questi mi sembrano quelli più semplici e anche gradevoli da usare:

  • Colord: quanto rosso, verde e blu, poi saturazione e luminosità e anche una prova colore a tutto schermo
  • Paletton: si sceglie dalla “ruota” e si genera un quadrato
Adobe Color

Adobe Color consente di creare una paletta colori partendo da una “ruota” ma — questa è la cosa che più mi piace — da una fotografia. In questo modo aggiungere del testo o degli elementi grafici su uno scatto dà un risultato armonioso.

Bonus color/1

Tumblr è capace di dare una risposta a tutto. [Per Colorful Fades ringrazio Fabrizio Brancoli]

Bonus color/2

Adobe Color ha anche una app: inquadri l’orizzonte, un murales, o la puntata precedente di Nerdismi sparsi e compare anche la paletta di riferimento.

La paletta per i Nerdismi sparsi con Adobe Color

Per segnalare #Nerdismisparsi (e per richiederne) basta un tweet a@mariannabruschi

Tutte le puntate:

#nerdismisparsi/1: Mondo gif

#nerdismisparsi/2: This Quokka Peach

#nerdismisparsi/3: Facebook likes video (and you too)

#nerdismparsi/4: Infografiche fai da te

#nerdismisparsi/5: Strega comanda colore

#nerdismisparsi/6: Snapchat for dummies

A single golf clap? Or a long standing ovation?

By clapping more or less, you can signal to us which stories really stand out.