La mia recensione del Garmin Fenix 5, il Re degli SportWatch

Un buon 70% dei miei amici escursionisti vorrebbe al polso il Garmin Fenix 5, ma soltanto la metà ha avuto la fortuna di acquistarlo. Ha un prezzo elevato perché è un orologio con GPS avanzato e preciso, di fascia alta.

Altre immagini in HD su questo sito

I soldi spesi, senza dubbio, li vale tutti, per questo ho deciso di recensirlo illustrandoti la mia opinione. Fortunatamente io faccio parte di quel 50% che è riuscito a mettere da parte abbastanza soldi per comprarlo, indossarlo e soprattutto usarlo.

Ho letto le opinioni entusiaste degli utenti in rete ma già conoscevo le caratteristiche tecniche e le funzioni di un modello definito la “naturale evoluzione del Fenix 3”, uscito un anno prima.

Quando ho avuto la possibilità di ordinarlo, i miei amici mi avevano già preparato confermando di avere al polso il re degli sportwatch (+ activity tracker e smartwatch) con funzionalità avanzate, multisport (nuoto incluso), con un’autonomia pazzesca, un dispositivo da professionisti, completo con GPS e sensore cardio.


Garmin Vivoactive 3 Smartwatch con GPS, Gunmetal

  • Batteria a lunga durata e impermeabilità 10ATM
  • Dall’analisi VO2 max misura il livello di carico dell’allenamento
  • Nuovo sistema Quickfit per cambiare il cinturino ancora più rapidamente
  • Monitora la frequenza cardiaca senza fascia cardio

Vedi su Amazon >


Ne esistono 3 versioni, standard, 5S per le donne ed il più costoso 5X con mappe integrate e Wi-Fi. Io ho scelto lo standard, mi è arrivato completo di cavetto micro USB per la ricarica ed il libretto delle istruzioni. Bellissimo, davvero.

Design e struttura

Rispetto al Garmin Fenix 3, il Fenix 5 ha dimensioni lievemente ridotte, è un po’ più piccolo; la robustezza e la resistenza si vede e si tocca, ma nulla viene tolto all’eleganza ed alla bellezza del design.

Il fondello è in acciaio INOX, i cinturini sono intercambiabili (standard 22 mm) ed integrano la tecnologia QuickFit per la sostituzione rapida. Ho scelto il cinturino in pelle ma esistono varianti anche in silicone e metallo e puoi scegliere tra diversi colori.

Come il Fenix 3 il Garmin Fenix 5 non è touch: ha tasti fisici comodi e rapidi che permettono 7 opzioni (cronometro, timer, 2 posizioni GPS, retroilluminazione, metronomo, cambio veloce di attività sportiva e report di sincronizzazione).

Questo orologio GPS è waterproof, impermeabile (10 atmosfere): puoi usarlo in acqua fino a 100 metri.

Non mancano i sensori barometro/altimetro, bussola elettronica a 3 assi e GPS/GLONASS.

Trovi tutte le specifiche tecniche in questa pagina.

Display

Prima di acquistare il Garmin Fenix 5, avevo adocchiato la versione 3 ma saper attendere mi ha premiato. Il predecessore era già un ottimo orologio sportivo da uomo ma, rispetto al mio 5, hail quadrante più grosso ed il sensore cardio dà un po’ fastidio alla parte superiore del polso: sporge sotto la cassa.

Il Fenix 5, invece, non dà fastidio perché la Garmin ha pensato bene di migliorare display e sensore: il primo è più piccolo e meno ingombrante, mentre il rilevatore cardio, a scansione continua 24 ore su 24 e molto preciso, non sporge più.

Nel modello 5 è stata migliorata la risoluzione del display: l’alta risoluzione Chroma passa a 240 pixel di diagonale x 1,2’’.

L’illuminazione LED è un vero lusso per me: si accende e si spegne in automatico, basta sollevare ed abbassare il braccio, è una funzione perfetta quando mi trovo in un ambiente con scarsa visibilità.

I colori dello schermo (da 16 a 64) non sono eccezionali, in termini di brillantezza, ma in esterno, sotto la luce del Sole, lo schermo mi permette di visualizzare e leggere i dati ottimamente.

Attivando la retroilluminazione, considerando l’angolo di visualizzazione, non aspettarti il massimo ma il ‘molto buono’.

Il Garmin Fenix 5X ha il display in vetro zaffiro antigraffio ma costa troppo per le mie tasche: il modello standard che ho mi basta e avanza.

Sensore cardio e GPS/GLONASS

Sono impaziente di descriverti tutte le funzioni del Garmin Fenix 5 ma devo necessariamente aprire e chiudere un paragrafo importante che include due punti davvero forti dello sportwatch: il sensore cardio e il GPS/GLONASS.

Se il Fenix 5 è in grado di rilevare la frequenza cardiaca del polso tutti i giorni, 24 ore su 24, senza dover indossare la fascia cardio, è grazie alla tecnologia esclusiva Garmin Elevate. Una vera manna. Ti ho già detto che il sensore (più piccolo del precedente 3) non sporge più sotto la cassa e risulta impercettibile con grande soddisfazione del polso.

Monitora il battito cardiaco ogni secondo e lo fa in modo accurato. La rilevazione cardiaca risulta la stessa della fascia Polar H7: è ottima in gara e buona anche quando mi alleno più tranquillamente.

Il GPS e il GLONASS con integrazione dell’antenna EXO nella ghiera sono diventati la regola per i modelli Outdoor e Forerunner del brand Garmin. Se non sai cos’è il GLONASS te lo spiego in poche parole: è un collegamento aggiuntivo ai satelliti russi. Serve a migliorare la precisione della funzione GPS, a rendere più rapida la ricerca. Per fare tutto questo ha bisogno, però, di un maggior consumo della batteria.

Funzioni

Il 90% delle funzioni del Fenix 5 sono simili alla versione 3 ma migliorate, mentre il restante 10% include nuove caratteristiche.

Il Fenix 5 misura le calorie bruciate, la distanza percorsa, i passi quotidiani, la durata del workout, i record delle tue corse. Lo fa in modo preciso perché è stato progettato per atleti professionisti, per la navigazione, la corsa trail ma anche per il tapis roulant.

Quello che apprezzo maggiormente è che include gli strumenti di navigazione avanzati, i nuovi report di allenamento, l’interfaccia intuitiva al massimo, la possibilità di impostare gli obiettivi con il goal setting e la funzione che mi aiuta a trovare lo smartphone se lo perdo (eh si, sono abbastanza distratto).

Ha il supporto ANT+, un protocollo wireless per il controllo fitness che sostituisce tranquillamente il Bluetooth.

Alla principali funzioni di activity tracking, come quelle dedicate alla corsa, tra cui la stima del VO2 Max, Garmin ha aggiunto il Tracking di gruppo se ad esempio vuoi correre con gli amici.

Il TrackBack può esserti utile se vuoi tornare al punto di partenza ed il giroscopio ti fornisce un rilevamento dati migliore. La Performance Condition, presente anche nel Fenix 3, stima il recupero misurando il battito cardiaco in rapporto al passo medio.

Le nuove funzioni le considero tutte interessanti e ti segnalo le seguenti:

- Training Status: monitora e valuta carichi di allenamento settimanali

- Training Load: determina il livello di carico di ogni seduta

- HRV Stress (o Stress Score): verifica il livello di stress generale misurando la variabilità del battito cardiaco a riposo per suggerirti se correre intensamente o meno

  • Training Effect 2.0: versione di calcolo avanzata che valuta l’efficacia aerobica ed anaerobica

Software, App e collegamenti

La tecnologia Connect IQ è arrivata alla versione 2.2 migliorando la gestione dei dati: è stata aggiunta più memoria (32 Kb per i dati, 128 per le App, 64 per i widget) anche per consentire agli sviluppatori di creare applicazioni più complesse. Non a caso, le App si possono configurare su qualsiasi funzione permettendo una personalizzazione fantastica.

Ci sono più schermate ed ogni pagina permette di visualizzare da 1 a 4 campi.

Mi piace l’App Garmin Connect: mi permette di scaricare attività fisiche e percorsi senza costringermi a collegare l’orologio al PC. Posso sincronizzare alla piattaforma Garmin Connect anche i dati di HRV Stress e Performance Condition, che personalmente uso una volta alla settimana.

Collego l’orologio al mio telefono tramite Bluetooth: il Fenix 5 è compatibile sia con Android sia con iOS, trasferisce dati e riceve notifiche di chiamate, messaggi WhatsApp, Facebook ed ogni altro messaggio con attivazione emoticon.

Sfrutto anche l’opzione che mi permette di trasferire i dati di allenamento da telefono a sportwatch.

Con l’App Mobile di Garmin Connect i tempi di trasferimento dati è rapido, ma fino a un certo punto: dipende da quanto ‘pesa’ il file che devo trasferire. L’App gratuita Garmin Face-It mi consente di personalizzare il quadrante dell’orologio: ho scelto di impostare un’immagine della mia galleria fotografica come sfondo.

Autonomia e ricarica

La durata della batteria dipende da cosa chiedi al tuo sportwatch, non è una grande scoperta.

Il Fenix 5 può avere l’autonomia di un mese se non usi le funzioni smart, dura 15 giorni se hai bisogno di tenere attive tutte le funzioni e se corri ogni giorno per almeno 20 minuti.

Se mi serve un monitoraggio GPS costante al secondo il mio Garmin Fenix 5 dura 24 ore (che diventano 20 per il 5X e 14 per il costoso 5S secondo quanto dichiara il produttore).

La funzionalità UltraTrac (che aggiorna le informazioni ogni 45 secondi) dà il suo contributo per il risparmio energetico.

Impiego circa 3 ore per ricaricare completamente la batteria, tutte le volte.

Pro

  • Resistente e robusto grazie alla qualità dei materiali
  • Multisport
  • GPS ottimo
  • Bel design, compatto
  • Sensore cardio di estrema precisione
  • Impermeabile (fino a 100 metri)
  • Lunga autonomia
  • Connettività ottima
  • E’ personalizzabile
  • Supporto ANT+
  • Wi-Fi e mappe integrate (ma solo per il modello 5X)

Contro

Quali sono i suoi diretti rivali?

Tra i competitors del Fenix 5 voglio includere, inevitabilmente, tre modelli della Garmin (uno è il predecessore, gli altri due sono la variante al femminile e quella più costosa dell’orologio standard che ho scelto io).

Ecco la lista dei suoi rivali:

  • Garmin Fenix 5X
  • Garmin Fenix 5S
  • Suunto Spartan
  • Samsung Gear S3

Scopri gli altri orologi Garmin

Like what you read? Give Antonio De Carlo a round of applause.

From a quick cheer to a standing ovation, clap to show how much you enjoyed this story.